Differenze tra le versioni di "Puls vulgaris"

Da WikiBotanica.
(Immagini)
(Immagini)
Riga 96: Riga 96:
 
image:Anemone_Pulsatilla_(2).jpg
 
image:Anemone_Pulsatilla_(2).jpg
 
image:Anemone_Pulsatilla_(1).jpg
 
image:Anemone_Pulsatilla_(1).jpg
 
+
image:Pulsatilla.jpg
 
</gallery>
 
</gallery>
  

Versione delle 18:19, 25 ago 2012

Pulsatilla
Anemone.jpeg
Classificazione scientifica
Dominio: eucariota
Regno: Plantae
Divisione: Magnoliophyta
Classe: Magnoliopsida
Ordine: Ranunculales
Famiglia: Ranunculaceae
Genere: Pulsatilla
Specie: vulgaris
Nomenclatura binomiale
Pulsatilla vulgaris
L.
Nomi comuni

Anemone del Monte Baldo

Proprietà Farmacologiche

velenosa


Pulsatilla vulgaris (L.)

Come si presenta

E' una bella pianta erbacea, perenne, alta da 15 a 30 cm con foglie radicali numerose, munite di lungo picciolo e lembo bipennatosetto, cioè che presenta profonde incisioni che dividono in quattro parti la foglia, a segmenti profondamente divisi in parti lineari quasi sempre peloso-villose. Ogni parte della pianta ha un colore verde bruno dovuto alla peluria che la ricopre quasi interamente. Le lacinie caulinari, quelle che sono direttamente sul fusto, anch'esse pelose, formano quasi un collare sotto il fiore.

I fiori ricurvi in boccio assomigliano a campanule pendule e si erigono man mano che si aprono, assumendo via via una forma di coppa, costituita da 6 sepali violacei e pelosi all'interno. Alle più piccole brezze il fiore comincia a pulsare dall'alto del suo peduncolo radicale e si deve proprio a ciò il nome di "pulsatilla". A maturazione presenta un'infruttescenza piumosa portante numerosi acheni pubescenti, muniti di lunga coda.

La pianta possiede un grosso rizoma verticale, rivestito di squame pelose.

Habitat

Predilige pascoli e luoghi erbosi, cresce nei boschi dal piano submontano al culminale dei monti. Cresce anche in zone rocciose.

Si trova in gran parte dell'Europa.

Fioritura

Da marzo a luglio e talvolta rifiorisce anche in autunno.

Particolarità e curiosità

Avvertenza
Caduceo.png Le informazioni qui riportate non costituiscono nè provengono da prescrizione o da consiglio medico.

Pianta molto velenosa, medicinale, contenente l'alcaloide "anemonolo" o canfora di anemone; esercita azione sedativa, espettorante e vescicatoria. È usata come rimedio per febbre, disturbi gastrointestinali e raffreddore, ma anche per ansia e depressione.

Immagini

Link

Torna alla famiglia Ranuncolaceae oppure torna all'elenco delle famiglie