Auricola

Da WikiBotanica.

Primula auricola
Primula auricola.png
Fiori di Primula auricola
Classificazione scientifica
Dominio: eucariota
Regno: Plantae
Divisione: Magnoliophyta
Ordine: Primulales
Famiglia: Primulaceae
Genere: Primula
Specie: auricola
Nomenclatura binomiale
Primula auricola
L.
Nomi comuni

Primula orecchia d'orso


Primula auricola (L.)

Come si presenta

La P.auricola, chiamata anche orecchia d'orso, è una graziosa pianta erbacea perenne.

Le foglie, vagamente simili a orecchie d'orso a causa del loro aspetto farinoso, sono lunghe da 3 a 10 cm e si dipartono da una rosetta basale. Appaiono carnose, coriacee e di forma rotondeggiante o bislunga; il margine talvolta è intero e liscio, ma può essere anche dentellato. In ogni modo, è orlato di bianco, mentre l'apice è arrotondato.

Per quanto riguarda lo scapo, questo può essere diviso tra lo stelo floreale, che si eleva dalla rosetta, e il rizoma, che in questo fiore sostituisce le radici. Lo stelo è alto dai 7 ai 20 cm, e termina con un'ombrella multiflora.

Generalmente sono presenti da 4 a 12 fiori per ogni stelo; ciascuno di questi è connesso allo stelo da un pedicello di dimensioni ridotte (2-4 mm). I fiori presentano una corolla tubolare gamopetala, ovvero dove i petali, almeno alla base, sono saldati tra loro. Questi ultimi, a lobi interi o cuoriformi, appaiono di un caratteristico color giallo zolfino, mentre la gola è bianca. I fiori, inoltre, emanano un delicato profumo, simile a quello del limone.

Habitat

Originaria delle regioni montuose dell'Europa centro meridionale (e della catena Himalayana), la P.auricola vive nelle fessure delle rocce calcareo dolomitiche, e perciò predilige un terreno calcareo. Eccezionalmente si può scovare anche in luoghi erbosi rupestri. Non è raro trovarla in compagnia di esemplari di Potentilla caulescens. Si trova nella zona alpina, subalpina e montana, da 300 a 2600 m.

Fioritura

La P.auricola può fiorire due volte all'anno: nel periodo compreso tra Aprile e gli inizi di Luglio, e in autunno.

Particolarità e curiosità

Avvertenza
Caduceo.png Le informazioni qui riportate non costituiscono nè provengono da prescrizione o da consiglio medico.

Si pensa che il nome primula derivi da un' antica locuzione italiana che significa "fior di primavera", ma, risalendo a origini ancora più antiche, lo si può far derivare dal latino "primus", che significa il primo. La pianta venne infatti così nominata a causa della sua precoce fioritura, che, in certe annate, può addirittura iniziare in inverno. L'epiteto specifico "Auricola" invece, sempre in latino, significa orecchietta, a indicare la somiglianza delle foglie con delle orecchie d' orso. Passando alle proprietà della pianta il rizoma contiene una canfora speciale, detta canfora d'Auricola; se tritato e messo in acqua emette un particolare odore, riconducibile a quello del coriandolo.In passato la droga ottenuta dalla P. Auricola veniva usata per curare la tubercolosi polmonare e il suo succo è stato apprezzato per la capacità di guarire geloni ed ascessi. Nella medicina popolare le foglie venivano anche indicate come rimedio per la tosse e per trattare le emicranie. Si sono verificati casi di dermatiti in seguito al contatto con questa specie. Trattando invece della medicina moderna alla pianta vengono riconosciuti effetti analgesici, calmanti per la tosse, antibatterici e antinfiammatori. Questa specie, che in alcune zone è largamente diffusa, grazie alle vistose fioriture e alle belle foglie, viene raffigurata su monete e francobolli e selezionata dai giardinieri in varietà a fiori grandi e multicolori, anche come pianta da vaso. Nello specifico è rappresentata nelle monete austriache da 0,05 €. La specie è protetta dal divieto assoluto di raccolta in tutto il territorio della Provincia.



Immagini



Link

Per approfondire vi consigliamo di leggere la nostra Bibliografia

Torna alla famiglia Primulaceae oppure torna all'elenco delle famiglie