Differenze tra le versioni di "Vulgaris o acaulis"

Da WikiBotanica.
Jump to navigation Jump to search
Riga 57: Riga 57:
 
È una pianta perenne e presenta delle '''foglie''' a rosetta basale. Queste sono spesse, alquanto rugose e molto grandi:  nel momento della fioritura sono grandi da 5 a 9 cm, mentre successivamente le loro dimensioni possono perfino raddoppiare. Il margine è irregolare e dentellato; nella pagina superiore le foglie sono glabre, mentre in quella inferiore appaiono leggermente pelose.
 
È una pianta perenne e presenta delle '''foglie''' a rosetta basale. Queste sono spesse, alquanto rugose e molto grandi:  nel momento della fioritura sono grandi da 5 a 9 cm, mentre successivamente le loro dimensioni possono perfino raddoppiare. Il margine è irregolare e dentellato; nella pagina superiore le foglie sono glabre, mentre in quella inferiore appaiono leggermente pelose.
  
A differenza di altre specie di ''Primula'', come ad esempio la ''P.auricola'' e la ''P.veris'', ogni '''scapo''' presenta un unico '''fiore''', che si diparte da un peduncolo mollemente lanuginoso. Il calice è diviso fino a metà della sua lunghezza in lobi acuti e stretti, mentre la corolla si presenta in una sfumatura di due colori: più esternamente i petali cuoriformi hanno un colore che varia dal giallo zolfo pallido al bianco, e alla fauce hanno macchie aranciate.
+
A differenza di altre specie di ''Primula'', come ad esempio la ''P.auricola'' e la ''P.veris'', ogni '''scapo''' presenta un unico '''fiore''', che si diparte da un peduncolo mollemente lanuginoso. Il calice è diviso fino a metà della sua lunghezza in lobi acuti e stretti, mentre la corolla si presenta in una sfumatura di due colori: più esternamente i petali cuoriformi hanno un colore che varia dal giallo zolfo pallido al bianco, e alla fauce hanno macchie aranciate. Come altre specie di ''Primula'', anche ''P.vulgaris'' è una pianta ermafrodita e presenta due tipologie di fiori: il primo con lo stimma portato più in alto delle antere, l'altro con l'androceo più in alto. Quest'ultimo, inoltre, favorisce l'impollinazione incrociata tra le varie pianticelle, garantendo così la variabilità genetica.  
 
   
 
   
 
Il '''rizoma''' è obliquo, breve e con grosse radici secondarie.
 
Il '''rizoma''' è obliquo, breve e con grosse radici secondarie.
 
  
 
===Habitat===
 
===Habitat===

Versione delle 14:59, 3 apr 2010

Primula vulgaris (o acaulis)


Classificazione scientifica
Dominio: eucariota
Regno: Plantae
Divisione: Magnoliophyta
Ordine: Primulales
Famiglia: Primulaceae
Genere: Primula
Specie: vulgaris
Nomenclatura binomiale
Primula vulgaris 0 Primula acaulis
L.


Primula vulgaris (L.) o Primula acaulis (L.)

Come si presenta

La P.vulgaris , anche chiamata occhio di civetta, è la specie maggiormente conosciuta.

È una pianta perenne e presenta delle foglie a rosetta basale. Queste sono spesse, alquanto rugose e molto grandi: nel momento della fioritura sono grandi da 5 a 9 cm, mentre successivamente le loro dimensioni possono perfino raddoppiare. Il margine è irregolare e dentellato; nella pagina superiore le foglie sono glabre, mentre in quella inferiore appaiono leggermente pelose.

A differenza di altre specie di Primula, come ad esempio la P.auricola e la P.veris, ogni scapo presenta un unico fiore, che si diparte da un peduncolo mollemente lanuginoso. Il calice è diviso fino a metà della sua lunghezza in lobi acuti e stretti, mentre la corolla si presenta in una sfumatura di due colori: più esternamente i petali cuoriformi hanno un colore che varia dal giallo zolfo pallido al bianco, e alla fauce hanno macchie aranciate. Come altre specie di Primula, anche P.vulgaris è una pianta ermafrodita e presenta due tipologie di fiori: il primo con lo stimma portato più in alto delle antere, l'altro con l'androceo più in alto. Quest'ultimo, inoltre, favorisce l'impollinazione incrociata tra le varie pianticelle, garantendo così la variabilità genetica.

Il rizoma è obliquo, breve e con grosse radici secondarie.

Habitat

Cresce nei luoghi erbosi o nei boschi di latifoglie. Riesce a sopravvivere in qualsiasi tipo di terreno, da quello calcareo a quello siliceo. Si trova nella zona montano collinare.


Fioritura

La P.vulgaris fiorisce da Febbraio a Maggio.


Particolarità e curiosità