Viridis

Da WikiBotanica.
Versione del 27 feb 2011 alle 12:27 di Rachele (discussione | contributi) (Creata pagina con '__NOTITLE__ {{Tassobox |colore=lightgreen |nome=Anemone hepatica |immagine=[[Immagine:]] |didascalia=Fiori di Anemone hepatica <!-- CLASSIFICAZIONE: --> |dominio=eucariota |regn...')
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

Anemone hepatica
[[Immagine:]]
Fiori di Anemone hepatica
Classificazione scientifica
Dominio: eucariota
Regno: Plantae
Divisione: Magnoliophyta
Classe: Magnoliopsida
Ordine: Ranunculales
Famiglia: Ranunculaceae
Genere: Hepatica
Specie: Hepatica nobilis
Nomenclatura binomiale
Hepatica nobilis
Mill
Nomenclatura trinomiale
Anemone hepatica
L.
Nomi comuni

Fegatella
Trifoglio epatico
Erba trinità


Helleborous viridis(L.)

Come si presenta

L'H.viridis è una pianta erbacea perenne rizomatosa.

Le foglie possono nascere direttamente dal rizoma o dalla base dello scapo (anche se questo accade più raramente). Sono palmate, formate da un numero dispari di segmenti in numero variabile; lanceolate, seghettate sui bordi, e collegate allo scapo da un piccolo picciolo alato. Le foglie sono caduche, e resistono sul fusto solo durante la fioritura.

I fiori, di color verde giallastro, sono formati da 5 sepali petaloidi, che, a differenza di quanto si possa pensare, formano il calice (e non la corolla!). I veri petali (5 in numero), invece, sono ridotti a piccoli cornetti nettariferi, di colore verdastro, posti alla base dell'apparato riproduttivo vero e proprio (la corolla è quindi atrofizzata). La parte centrale del fiore è composta da un gran numero di stami, facilmente riconoscibili dal loro colore giallo, mentre i carpelli, nascosti in mezzo agli stami, sono da 3 a 7.



Habitat

E' diffusa nelle regioni fredde e temperate dell'Europa, dell'Asia e del Nord America. In Italia è comune trovarla nei sottoboschi montani e submontani delle Alpi e degli Appennini, sebbene viva agevolmente anche in luoghi freschi e sassosi, preferibilmente su terreni calcarei.


Fioritura

La pianta fiorisce da Marzo a Maggio.


Particolarità e curiosità

Questa pianticella era praticamente sconosciuta nell'Antichità e nel Medioevo. Nei secoli successivi -viene descritta per la prima volta nel XVI sec. - acquisì una discreta fama grazie alla forma e il colore delle sue foglie, secondo i botanici dell'epoca, vagamente assomigliante alla forma e al colore del fegato. Perciò, secondo la "teoria dei segni", era indicata per curare malattie al fegato.

L' Anemone epatica, se consumata fresca risulta altamente velenosa; durante l'essiccazione perde però le sue proprietà tossiche. Pertanto, una volta essiccata viene talvolta utilizzata come diuretico.

Per finire, è interessante spendere ancora due parole sul curioso comportamento dei fiori: quando piove, o al tramonto, infatti, questi si richiudono su se stessi inclinandosi verso terra. Inoltre la fioritura di ogni fiore dura circa 8 giorni, e durante questo periodo i petali raddoppiano la loro lunghezza iniziale.

NB: la specie è protetta in tutto il territorio della provincia di Varese con divieto assoluto di raccolta.

Link

Torna alla famiglia ranuncolaceae oppure torna all'elenco delle famiglie