Differenze tra le versioni di "Poeticus"

Da WikiBotanica.
Jump to navigation Jump to search
Riga 29: Riga 29:
 
|genere=Narcissus
 
|genere=Narcissus
 
|sottogenere=
 
|sottogenere=
|specie= Poeticus
+
|specie= poeticus
 
|sottospecie=
 
|sottospecie=
 
<!-- NOMENCLATURA BINOMIALE: -->
 
<!-- NOMENCLATURA BINOMIALE: -->

Versione delle 19:01, 27 mar 2010

Narciso
200px
Fiori di Narciso
Classificazione scientifica
Dominio: eucariota
Regno: Plantae
Divisione: Magnoliophyta
Classe: Liliopsida
Ordine: Asparagales
Famiglia: Amaryllidaceae
Genere: Narcissus
Specie: poeticus
Specie


Narcissus poeticus (L.)

Come si presenta

E' una pianta erbacea, bulbosa, alta da 15 a 30 cm, con un fusto semplice.

Presenta da 3 a 5 foglie carnose,strette e lunghe. I fiori, molto profumati, sono piccoli e solitari. Presentano una corona circolare di un bel color rosso arancio, da cui si dipartono i sei petali bianchi. Il bulbo è piccolo, ubicato a circa 15 - 20 cm di profondità.

Habitat

Il N. poeticus cresce nei prati grassi e secchi e sui pendii ombrosi, anche se non è difficile trovarne grandi distese anche sui versanti assolati.

Fioritura

Da Marzo a Maggio.

Particolarità e curiosità

Etimologia e storia

Questo particolare fiore deve il suo nome "evocativo" al fascino che suscita la sua bellezza e la semplicità delle sue linee. La prima caratteristica che colpisce è la sua corolla candida, che sembra reggere una corona d'oro: da qui il termine "logo del sole". Al N.poeticus è anche legato il Mito di Proserpina e, soprattutto, la storia di Narciso, narrata nelle Metamorfosi di Ovidio.