Differenze tra le versioni di "Arachnoideum"

Da WikiBotanica.
(Particolarità e curiosità)
Riga 58: Riga 58:
 
''S. arachnoideum'' è una pianta erbacea perenne e carnosa.
 
''S. arachnoideum'' è una pianta erbacea perenne e carnosa.
  
Le '''foglie''' succulente si raggruppano in rosette aderenti al suolo aventi diametro variabile tra 0,5 e 2,5 cm. Esse sono da oblunghe a lanceolate, lunghe da 7 a 12 mm, villose e dalla colorazione rosso-verdastro con tonalità brune. Le foglie caulinari, ovvero quelle presenti sul fusto fiorifero, sono rosse all'apice, carnose e turgide.
+
Le '''foglie''' succulente si raggruppano in rosette aderenti al suolo aventi diametro variabile tra 0,5 e 2,5 cm. Esse sono da oblunghe a lanceolate, lunghe da 7 a 12 mm, villose e dalla colorazione rosso-verdastro con tonalità brune. Le foglie caulinari, ovvero quelle presenti sul fusto fiorifero, sono rosse all'apice, carnose e turgide. Spesso dalle rosette si dipartono in direzione centrifuga dei piccoli fusticini, sui quali si possono intravvedere quelle gemmette che poi origineranno nuovi individui.
  
 
I '''fiori''', riuniti a grappolo sulla cima di fusti fioriferi alti dai 4 ai 10 cm, si presentano di colorazione rosso-rosato divisi in 8-10 petali lunghi 7-10 mm e larghi 3mm, attraversati da una striscia purpurea.
 
I '''fiori''', riuniti a grappolo sulla cima di fusti fioriferi alti dai 4 ai 10 cm, si presentano di colorazione rosso-rosato divisi in 8-10 petali lunghi 7-10 mm e larghi 3mm, attraversati da una striscia purpurea.
Riga 76: Riga 76:
 
===Immagini===
 
===Immagini===
 
<gallery perrow=6>
 
<gallery perrow=6>
 
+
image:sempervivum_ar.JPG|<center><i>Da notare l'intreccio di fustini che origineranno poi nuovi individui</i></center>
 +
image:sempervivum_ar1.JPG|<center><i>La bellissima goccia d'acqua trattenuta dai peletti ricorda la rugiada sulla tela dei ragni</i></center>
 +
image:sempervivum_ar2.JPG|<center><i>Da notare la differenza di colore e morfologia di questo Sepervivum, dettata dalle differenze di esposizione e presenza d'acqua.</i></center>
 +
image:sempervivum_ar3.JPG
 +
image:sempervivum_ar4.JPG|<center><i>E' qui ben evidente il tipo di substrato su cui possiamo trovare questa crassulacea</i></center>
 +
image:sempervivum_ar5.JPG
 +
image:sempervivum_ar6.JPG|<center><i>Sempervivum aracnoideum illuminato dalle prime luci dell'alba</i></center>
 
</gallery>
 
</gallery>
  

Versione delle 11:43, 15 ago 2011

Template:Header

semprevivo
[[Immagine:|200px]]
Classificazione scientifica
Dominio: eucariota
Regno: Plantae
Divisione: Magnoliophyta
Classe: Magnoliopsida
Ordine: Saxifragales
Famiglia: Crassulaceae
Genere: Sempervivum
Specie: arachnoideum
Nomenclatura binomiale
Sempervivum arachnoideum
L.
Nomi comuni

semprevivo ragnateloso


Sempervivum arachnoideum (L.)

Come si presenta

S. arachnoideum è una pianta erbacea perenne e carnosa.

Le foglie succulente si raggruppano in rosette aderenti al suolo aventi diametro variabile tra 0,5 e 2,5 cm. Esse sono da oblunghe a lanceolate, lunghe da 7 a 12 mm, villose e dalla colorazione rosso-verdastro con tonalità brune. Le foglie caulinari, ovvero quelle presenti sul fusto fiorifero, sono rosse all'apice, carnose e turgide. Spesso dalle rosette si dipartono in direzione centrifuga dei piccoli fusticini, sui quali si possono intravvedere quelle gemmette che poi origineranno nuovi individui.

I fiori, riuniti a grappolo sulla cima di fusti fioriferi alti dai 4 ai 10 cm, si presentano di colorazione rosso-rosato divisi in 8-10 petali lunghi 7-10 mm e larghi 3mm, attraversati da una striscia purpurea.

Habitat

Cresce generalmente nelle rocce aride, nei luoghi sassosi tra i frammenti e depositi alluvionali prediligendo terreni silicei, posti ad una quota compresa tra i 300 e i 2000 metri. E' una pianta originaria delle montagne d'Europa.

Fioritura

Fiorisce da giugno a settembre.

Particolarità e curiosità

Il nome S. arachnoideum si deve alla massa ragnatelosa che si diparte dalle foglie esteriori fino a coprire la parte interna della rosetta; anche se a prima vista potrebbe sembrare strano, in realtà la "ragnatela" è formata da lunghi peletti che, partendo dall'apice delle foglie, raggiungono il centro della rosetta. La presenza dei peli consente a questa piccola pianta grassa di raccogliere e trattenere la poca acqua che riesce a reperire con difficoltà negli ambienti in cui vive. I numerosi ibridi sono facilmente riconoscibili dalla forma della ragnatela, che può essere ristretta alle sole foglie interne oppure essere ridotta ad un unico ciuffo di peli bianchi all'apice delle foglie.

Dal punto di vista chimico, le foglie di questa crassulacea (così come quelle di altre specie del genere Sempervivum) contengono acido malico, tannini, resine, mucillagini; questo conferisce al S. arachnoideum proprietà astringenti, refrigeranti, antispasmodiche, detersive e diuretiche.

Immagini


Link

Torna alla famiglia Crassulaceae oppure torna all'elenco delle famiglie